Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Segnalazioni: Diario di un fumatore

Posted by Ilaria Pasqua on July 15, 2015 at 3:00 AM

                                          

Titolo: Diario di un fumatore

Autore: Marco Ruberto

Editore: Lettere Animate Editore

Anno di pubblicazione: 2015

Genere: Narrativa

Lunghezza: 115 pagine

Prezzo: eBook 1,49 €

Dove trovarlo:

Amazon, Ibs, BookRepublic, Mondadori


Trama:

“Sono le dieci e trenta del mattino e quella che ho appena fumato è stata la mia quarta sigaretta”. Comincia così la storia Morris Semproni ragazzo di un paesino del sud Italia, incallito fumatore e confuso sognatore. Il suo sogno è quello di cambiare rotta, di liberarsi dalla superficialità della vita di paese per riuscire finalmente ad ottenere quei “cambiamenti che fino ad ora mi sono scivolati addosso senza che ne prendessi parte”.

Ma la strada è lunga e tortuosa, troppo legato ai valori e agli ideali con i quali ha vissuto fino ad ora non è in grado di definire i suoi sogni e di agire di conseguenza. In realtà non è nemmeno sicuro che lo attenda l’ascesa sociale che tanto sogna, ma vorrebbe essere smentito dalla realtà dei fatti. Decide così di partire dall’unica costante della sua vita: il fumo. “Certo, smettere di fumare ovviamente non potrà dare chissà quale svolta alla mia vita , ma quel che è certo è che dandone questo valore quasi “mistico„ avrà più senso provarci”. Affida dunque a un diario il compito di guidarlo in questo intento, imponendosi che smetterà di scriverlo solo quando avrà smesso di fumare.


Biografia:

Marco Ruberto nasce in Svizzera a Basilea nel 1985. Dopo aver qui trascorso i primi anni di vita si trasferisce in Calabria, a Lamezia Terme, dove vive nei successivi anni. Nel 2006 si iscrive all’Università degli studi della Calabria di Rende (Cs), dove in seguito consegue la laurea in Scienze dell’amministrazione con una tesi dal titolo “Alcuni concetti di comunità e familismo amorale”. Dopo gli anni universitari ed una breve esperienza a Roma ritorna a Lamezia Terme, dove vive tutt’ora. Collabora, scrivendo articoli di vario genere, con la rivista digitale “l’Undici”. Il suo racconto “Bambine, smettetela di gridare” è stato pubblicato ne “I racconti dell'undici”, “Diario di un fumatore” è il suo primo romanzo.


Twitter

Facebook


Estratto:

Il rumore delle rotaie che sobbalzano sui binari è un tutt’uno con il ronzio che ho in testa. In questo preciso istante c’è una completa assenza di emozioni e sentimenti nel mio animo. Sono concentrato solo sulla mia penna e scrivere è l’unico mezzo che mi permette di mettere un po’ in ordine le mie idee, se di ordine si può parlare nella mia mente confusa.

I miei compagni di viaggio sono assorti quanto me nei loro pensieri e ringrazio Dio che non siano presenti quei tipici personaggi che amano ingannare il tempo chiacchierando fra sconosciuti. I due ragazzi di colore stanno accanto come se nemmeno si conoscessero, di tanto in tanto scambiano qualche parola nella loro incomprensibile lingua. L’attempata signora al mio fianco sta seduta immobile come un pavone a guardare davanti a sé, le auguro che debba scendere alla prossima fermata altrimenti toccherà scollarla con un cacciavite dal suo posto. C’è poi questa ragazzina che continua a fissarmi audacemente da quando ha preso posto di fronte a me. Avrà appena diciotto anni, giusto l’età perché non venga considerato pedofilo facendo pensieri sconci sul suo corpo prosperoso. A dire il vero non è che poi sia così in vena di fantasticare, ma è probabile che a breve mi verrà in mente qualche diavoleria ed è sempre una cosa buona farsi un alibi mentale. Le ho comunque dato un’occhiata e, pur non essendo stupenda, evoca la giovinezza e tutta la voglia di scoprire tipica della sua età. Il suo sguardo malizioso mi fa credere che abbia già avuto il suo “battesimo di fuoco” sessuale, ma che ciò, come soventemente ogni prima volta, non l’abbia soddisfatta. Vorrà spingersi ancora di più oltre i limiti dell’indecenza, per poi maturare rimuginando sui suoi sbagli. Cogliere i frutti del peccato semplicemente per superare le barricate erette dalla società dinanzi le giovani inesperte della sua età.

 



Categories: None