Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Segnalazioni: Addio a Bodhgaya

Posted by Ilaria Pasqua on February 17, 2016 at 2:35 AM

                                       

Titolo: "Addio a Bodhgaya"

Autore: Paola Ferrero

Editore: Lettere Animate

Anno di pubblicazione: 2016

Genere: Narrativa, viaggio, sentimenti

Pagine: 67 circa

Prezzo: € 1,49

Dove trovarlo: Amazon


Trama:

Addio a Bodhgaya è il viaggio di Arianna a ritroso nel tempo dopo la perdita del fratellastro Lucas. Nel ripercorrere le stesse strade del loro viaggio insieme avvenuto due anni prima, la protagonista si riappacifica con la mancanza che credeva di aver superato e con i sentimenti che da sempre ha provato per lui. In un luogo descritto nei particolari, senza la poesia che di solito avvolge l’India, con la crudezza che vi si percepisce, con le difficoltà e la bellezza che le appartengono, Arianna si muove tra l’amore per Lucas e il senso di impotenza per la sua perdita, che si tramuta in un senso di impotenza più ampio. Incontrare gli occhi di un giovane tuttofare accucciato a lavare i pavimenti sarà il punto di partenza per approdare a un addio definitivo e liberatorio dai fantasmi del suo amore proibito.


Biografia:

Nata a Torino nel 1969 sotto il segno del Leone, ma concepita a New York per uno strano disegno del destino, mi è capitata in sorte una famiglia con autore. Nipote d’arte, ho sempre amato la lettura e la scrittura di rimando. Come anche la danza, il canto e la pittura. Sono cresciuta a pane e fumetti, e nella costante attesa di essere portata via da un'astronave.

Dotata di un diploma di maestra elementare, ho frequentato per metà il Corso di Laurea in Storia e Critica del Cinema presso la facoltà di Magistero di Torino – ora DAMS – con una buona media. Ho abbandonato gli studi per lavorare.

Ho anche studiato danza, canto e recitazione; ho fatto qualche esperienza in teatro, sono arrivata in finale a un concorso canoro nel 1987, ho lavorato ovunque – dal negozio di alimentari al banco del mercato, facendo dalla baby sitter alla lavabicchieri in un locale, dall’ufficio al bar, dalla sala di registrazione alla commessa.

Lavoro in un laboratorio artigianale di biancheria per la casa di alta qualità, sono sposata e nei momenti liberi dipingo ancora. Amo la cucina, gli animali e guardare il cielo. Leggo sempre e di tutto, scrivo sempre e ovunque. Perfino sulle unghie, a volte; per questo le porto lunghe...

Sito

Facebook

Google+

Goodreads


Estratto:

"Arianna aprì l'agenda seguendo con il dito il profilo più spesso di quella foto che avevano scattato insieme a Delhi, lei e Lucas. La bambina nella sua veste gialla era di una bellezza quasi adulta. Si era accorta subito di essere osservata mentre giocava con un bimbo più piccolo ai margini del cantiere lungo la strada. Baracche, tende, piccoli fuochi e operai come formiche, sempre in movimento. I loro bambini lì, poco distanti.

Ricordava di come Lucas avesse scattato decine di foto a quei bambini senza nemmeno inquadrarli davvero, cogliendo istanti di vita reali e allo stesso tempo spaventosi. Non c'era tempo di fermarsi a cercare lo scatto perfetto e, fotografando senza guardarli, non s'erano accorti del resto.

I bordi irregolari della foto, dove si sentiva ancora al tatto l'intervento delle forbici, le ricordarono che quella immagine era l'India intera."




Categories: - Febbraio 2016