Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Ask me Anything (A. Burnett, Usa 2014)

Posted by Ilaria Pasqua on November 27, 2015 at 3:00 AM

“Cara signorina Kampenfelt, dal momento che oggi ha espresso il desiderio di saperne di più sulla vita adulta, qui ci sono dieci amare verità.”


                                       

 

Katie ha deciso di prendersi una pausa prima di iniziare il college, vorrebbe scoprire se stessa e trovare la strada giusta da seguire, però rimane invischiata in rapporti sentimentali distruttivi, quello con un professore trentaduenne, con un datore di lavoro e con il semplice fidanzato del liceo. Un giorno decide di aprire un blog per raccontare in forma anonima le sue avventure sessuali, ma ben presto quella pagina si trasformerà in uno strumento per confessare i suoi segreti e le sue vergogne.

    


Ask me Anything è basato sul romanzo Undiscovered Gyrl (sì, è scritto proprio così;) di Allison Burnett, qui anche sceneggiatrice e regista.

La protagonista, interpretata dalla bella Britt Robertson (vista ultimamente in Tomorrowland con George Clooney, e sulla strada del lancio), è uno spirito libero, una ragazza solare, esuberante e selvaggia, a tratti forse eccessivamente ingenua. Dietro le apparenze però nasconde un profondo disagio e senso di inadeguatezza, eco di un episodio dell’infanzia, che la portano a essere estrema quanto confusa, una trottola che non riesce a fermarsi.

Il blog le serve per fare un po’ di ordine in questa confusione, l’aiuta a focalizzarsi su ciò che non va, ma nell’avvicinarsi invece di ritrovare un equilibrio sembra perderlo.

Rapporto padre/figlia, influenza dell’infanzia sulla vita adulta, questi gli argomenti trattati principalmente nel film, insieme a quello dei blog, tema in questo caso non centrale ma solo appunto uno strumento, specchio del disagio della ragazza.

 


All’apparenza sembra una storia semplice, superficiale, narrata in maniera altrettanto semplice dalla regista, è così che appare all’inizio, ma alla fine, nonostante il risultato di medio livello e la sceneggiatura che ha i suoi bei difetti (poco approfonditi i rapporti tra: padre/figlia, forse il cuore desiderato del film, e quello con “l’unica persona che vuole esserle amico senza portarsela a letto”;), nasconde un messaggio profondo, e si finisce per pensarci qualche volta in più di quanto ti aspetteresti.


Il finale poi lascia un bel po’ spiazzati (SPOILER: Alla fine scopriamo che noi siamo solo dei lettori del blog, proprio come tutti gli altri, non abbiamo accesso alla verità. Cambiano i nomi che conosciamo, persino gli attori che interpretano i personaggi, per questo strania, perché ciò che abbiamo conosciuto è la storia raccontata da lei, non la sua vera vita… ci ha fatto immaginare tutte queste persone dall’aria perfetta, la stessa protagonista è bellissima, per poi strappar via l’illusione e lasciare a bocca aperta FINE SPOILER), non che sia una trovata genialissima e super originale, ma non ci si aspetta un tale rivolgimento, soprattutto così all’ultimo momento da non aiutare un granché la comprensione. Ammetto però che oltre a dare di incompletezza, di fastidio, lascia un amaro in bocca niente male (cosa le è successo? “Tutti potrebbero averle fatto del male”;), e forse era questo l’obiettivo.


"Cara signorina Kampenfelt, dal momento che oggi ha espresso il desiderio di saperne di più sulla vita adulta, qui ci sono dieci amare verità.

1. La completa onestà è una bugia.

2. Il matrimonio è sacro solo per coloro che non sono mai stati sposati.

3. Per essere felici conta di più il denaro che un amore romantico.

4. Ogni essere umano è una contraddizione. Alcuni lo nascondono meglio di altri.

5. Mai sottovalutare la tendenza degli esseri umani ad agire contro i propri interessi.

6. Se non fosse per la paura di essere scoperti, la maggior parte di noi si comporterebbe come selvaggi.

7. Il sesso ha conseguenze, la maggior parte di loro tragiche.

8. Più si invecchia, più il tempo vola veloce fino a quando i mesi passano come giorni.

9. Il 'vissero per sempre felici e contenti' non esiste.

10. Le cose peggiorano"




Trailer italiano:

/


Trailer originale:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 



Categories: - Novembre 2015