Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Cassandra's Dream - Sogni e delitti (W. Allen, Usa 2007)

Posted by Ilaria Pasqua on August 17, 2015 at 2:10 AM

“E se esiste un Dio? Stiamo varcando un confine: da qui non possiamo tornare più indietro”


                                           


Ian e Terry sono due fratelli della classe proletaria. Il primo aiuta il padre al ristorante coltivando ambizioni campate in aria e inseguendo l’obiettivo di un riscatto sociale, il secondo ha il vizio del gioco e ama sin troppo il whisky. L’occasione di una svolta si presenta per entrambi quando il ricco zio va a trovarli, ma ciò che chiederà in cambio per il presupposto aiuto è peggio di quanto potessero immaginare: uccidere un suo nemico in affari che minaccia di farlo finire in prigione. I due, disperati e alla ricerca di un cambiamento, accettano.

        


Sogni e delitti, adattamento del titolo molto più suggestivo e sensato Cassandra’s Dream (Cassandra è la barchetta su cui i due fratelli sognano una vita migliore), non ha molto da aggiungere alla già lunghissima filmografia di Woody Allen. Per la terza volta dopo Match Point e Scoop il regista torna a Londra con un noir freddo e dalla regia sobria (così sobria da non sembrare Woody Allen) che non si distanzia molto dai precedenti: sogni di ascesa sociale, decisioni ai limiti, profondi dubbi morali.

   


Nessuna ironia, nessuna battuta, questo è un film a tinte grigie, come lo è l’ambientazione: i sobborghi squallidi di una città che sembra solo un riflesso della bella Londra da rivista, in cui personaggi vuoti, superficiali e alla ricerca del gran colpo che risollevi le loro sorti girano instancabilmente come trottole impazzite e impazienti. Grande la prova di Ewan McGregor e Colin Farrell, ma di certo non basta. Sogni e delitti, nonostante riesca comunque a tenere sempre alta la suspense, scivola addosso, non è incisivo, si tiene distante dalla satira sociale che ha sempre caratterizzato i film di questo regista, e non riesce nemmeno a scendere abbastanza a fondo nei suoi personaggi, anche se l’opposizione tra le reazioni dei due fratelli all’idea del delitto e alle sue conseguenze è intrigante.

Insomma, carino sì, ma niente di indimenticabile.


Trailer italiano:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 

Trailer originale:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 



Categories: - Agosto 2015

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments