Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

17 ragazze (D./M. Coulin, Francia 2011)

Posted by Ilaria Pasqua on July 24, 2015 at 3:25 AM

"A diciassette anni non si può essere seri: si sogna, si ha un'energia incredibile, e nessuno può farci niente. Non si può impedire a una ragazza di sognare!"


                                        

 

In un piccolo centro della Bretagna, la liceale Camille rimane incinta e diventa a scuola un modello da seguire. Altre diciassette ragazze decidono spontaneamente di avere un figlio spinte dal desiderio di fare a meno di qualsiasi aiuto e di essere dei genitori migliori dei propri.

La gravidanza in contemporanea di queste ragazze, minorenni oltretutto, getta nella confusione la comunità e le autorità scolastiche che non sono in grado di trovare una spiegazione a questa apparente follia di massa.

   


17 ragazze è, incredibile a dirsi, tratto da una storia vera accaduta nel 2008 negli Stati Uniti. In questo caso però ci troviamo in Francia, in un luogo desolante e dalle prospettive limitate, affacciato su spiagge sempre deserte.

È la completa incoscienza, inconsapevolezza quello che colpisce di questo film. Si guarda con sempre maggiore perplessità e disturbo queste ragazze che come se niente fosse si tuffano tutte insieme nella gravidanza, tenendosi per mano. In un posto poi che appare chiuso e asfissiante, deprimente e silenzioso, dove le prospettive sembrano sin da subito azzerate e il futuro incerto. Questo contrasto tra incertezza e questo movimento tutto femminile tiene in piedi l'intero film; le ragazze controllano l’incertezza, la schiacciano, la rovesciano prendendo una decisione, facendo un vero e proprio volo verso il nulla, senza pensieri.

  


Ci si aspetta che si preoccupino prima o poi delle loro azioni, ma non avviene mai, le ragazze nella loro incoscienza sono invece coscienti di ciò che hanno fatto, lo portano avanti caparbiamente e tutte insieme, accettando il bello e il brutto di questa loro scelta estrema. E ci si ritrova ad ammirarle piuttosto che a commiserarle, a vederle quasi come delle eroine in un mondo troppo brutto e pieno di pregiudizi. Si costruiscono una loro bolla, un sogno collettivo che coltivano fino all’ultimo, fino a quando sarà necessario risvegliarsi.

Un distacco dai genitori, troppo lontani dal loro tempo, ciechi e sordi, un distacco dal presente che crea disagio e incertezza. Non si può che empatizzare con loro, con la testardaggine e la forza con cui cercano di farsi ascoltare, senza parlare, senza urlare, solo sfoggiando i loro pancioni in giro, a testa alta e senza pentimento. Un gesto politico e sociale che non richiede violenza ma solo coraggio.

   


È una storia forte e disturbante, sicuramente, carica di energia, ma trattata con leggerezza, e soprattutto senza abbandonarsi a giudizi morali. Le due sorelle registe infatti si accostano alla storia con lo spirito di due documentariste silenziose che osservano vicende con partecipazione ma senza interferire.

In conclusione 17 ragazze è un film dai messaggi forti e dalla mano ferma, incisivo e allo stesso tempo poetico da commuovere.



Trailer italiano:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 


Trailer originale:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 

 


Categories: - Luglio 2015