Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Tutti pazzi per Rose (R. Roinsard, Francia 2012)

Posted by Ilaria Pasqua on May 18, 2015 at 3:30 AM

 

                                "So soltanto battere veloce a macchina."


                                      

                               

Fine anni ’50. Rose Pamphyle vive in una minuscola cittadina francese che le sta stretta. Suo padre ha un piccolo negozio e le ha già organizzato un matrimonio con il figlio del meccanico “un gran bravo ragazzo”. Una vita da casalinga. Ma lei sogna, come tutte le ragazze dell’epoca, di diventare segretaria, in un momento in cui l’emancipazione è ancora ferma a questo livello, lì lì però per esplodere. Così parte alla volta della città e riesce a strappare l’agognato posto a un burbero assicuratore, Louis Echard, ma il suo destino è un altro, ha un talento molto particolare: sa battere a macchina più velocemente di chiunque e questo la porterà lontano.

    


Che film delizioso, questo, pieno di brio ed emozionante. Rose, nonostante la nascita in provincia, è una tipa indipendente ed emancipata, forte e tenace. Quando incontra Louis lui capisce subito a cosa la ragazza dovrebbe dedicarsi e si nomina “allenatore”, a quei tempi c’erano campionati regionali, nazionali e internazionali di dattilografia, e lui è convinto che Rose possa gareggiare seriamente per il titolo. Rose, oltre ad essere tenace, è un personaggio davvero irresistibile, con un carattere frizzante che oscilla dalla genialità alla gaffe con grande facilità. Il contrasto tra lei e l’impostato, rigido e spaventato Louis stride al punto giusto, e chiaramente scoppierà l’amore. Un amore raggiunto piano piano e poi tutto all’improvviso. La coppia è perfetta e allo stesso tempo sbilenca, cercherà una stabilità lungo tutto il film fino a trovarla.

Entrambi i personaggi seguono un bell’arco narrativo, la dolce e impacciata ragazza di provincia si trasforma in una donna seducente e sicura, Louis invece supera dei muri che inizialmente sembravano insormontabili, e si lascia finalmente andare.

  


La narrazione ha un buon ritmo ed è ben costruita, l’ambientazione e la ricostruzione dell’epoca sono molto curate, la sceneggiatura è ricca di dialoghi brillanti, incalzanti e spassosi (soprattutto per la strana e affiatata coppia), e c’è tempo anche per qualche entrata in scena della bellissima Berenice Benjo (che tutti ricordano per The Artist), personaggio secondario ma fondamentale nella trama. Molti forse non apprezzeranno le parti molto lunghe sulle gare di dattilografia, ma quello resta centrale quasi fosse un film “sportivo” avvincente, anche se a discapito di temi non sviluppati appieno, come l’emancipazione, ad esempio. Si sente la mancanza di qualche sguardo in più sull’epoca, e persino le tante citazioni cinematografiche nascoste tra le righe (vengono in mente molte star dell’epoca, sia americana che francese, come Audrey Hepburn o Kim Novak) a volte sfumano via.

Perciò questo “Tutti pazzi per Rose” è una commedia romantica portata avanti con mano sicura, gradevole fino all’ultima scena.




Trailer italiano:


You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 

Trailer originale:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 


Categories: - Maggio 2015