Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Segnalazioni: L'angelo che portava la morte

Posted by Ilaria Pasqua on May 3, 2015 at 3:00 AM

                                    

Titolo: L'angelo che portava la morte

Autore: Eugenio Nascimbeni

Editore: Lettere Animate

Anno di pubblicazione: 2012

Genere: Thriller

Lunghezza: 168 pagine

Prezzo: cartaceo 11,05 €

eBook 0,99 €

Dove trovarlo:

Amazon eBook

Amazon cartaceo



Trama

Giorgio Ferrandi, un affermato scrittore di romanzi gialli che vive in provincia di Bergamo, ha un forte legame con sua zia Angelina, una simpatica ed arzilla vecchietta ospite della casa di riposo Villa Azzurra di Alghero.

Durante le sue vacanze estive raggiunge l’anziana parente proprio nello stesso periodo in cui avvengono strani decessi tra le pazienti.

Davvero esiste un misterioso assassino che compie quei delitti ispirandosi ad un antico rituale appartenuto alle vecchie accabadoras della Sardegna rurale d’un tempo, donne che venivano chiamate dai familiari degli agonizzanti per porre fine alle sofferenze dei propri cari?

Ferrandi e sua moglie s’improvvisano detective e cominciano a indagare a tutto campo, dapprima quasi per gioco, poi con sempre maggiore convinzione.

Quando sembrano giunti alla possibile spiegazione del mistero, un susseguirsi di colpi di scena li strappa brutalmente alle loro certezze, proiettandoli fino all’imprevedibile soluzione del mistero.


Booktrailer



Biografia

Eugenio Nascimbeni è nato a Milano nel 1960, ma da anni vive in provincia di Bergamo.

Ha lavorato per la Rcs Quotidiani in qualità di credit supervisor, ma da agosto 2014 è felice pensionato.

Il suo esordio in campo letterario risale al 2007 quando fu pubblicato il suo primo thriller “Il traghettatore” dalla Leonardo Facco Editore di Treviglio.

Nel giugno 2012 ha pubblicato un giallo classico, “L’angelo che portava la morte”, con Lettere Animate Editore.

Nell’ottobre dello stesso anno è uscito, per Falzea Editore, il fantasy “La profezia di Karna e l’amuleto maledetto”.

Nel febbraio 2014 è stata pubblicata, sempre da Lettere Animate, una versione estesa del suo primo romanzo thriller “Il traghettatore”.

Un nuovo thriller, “Delirio”, è stato terminato da poco ed è in procinto di essere pubblicato nel corso del 2015.

Accanto a queste pubblicazioni ufficiali ce ne sono diverse altre edite in selfpublishing, tra cui un libro di poesie dedicate ai grandi miti della musica, dello sport, del cinema, prematuramente scomparsi: tutte sono disponibili sulla piattaforma lulu.com.

Unisce la passione per la lettura e la scrittura creativa a quella per la musica, in particolare per quella di Bruce Springsteen, suo vero e proprio oggetto di culto.

Il suo sogno nel cassetto è quello di visitare due luoghi a lui cari: il New Jersey dell’amato Springsteen, e il Brasile di Jorge Amado, uno dei suoi scrittori preferiti.

 

Estratto:

Solo in quel preciso momento si rese conto che tutto era affidato adesso alle sue mani, nella misericordia celeste di cui sentiva tutto il peso. L’attimo così atteso e così terribilmente temuto era dunque arrivato e ormai non ci poteva essere più spazio per un ripensamento o per vacui scrupoli di coscienza.


Sant’Anna e Santa Marta

insieme sempre andavano

insieme legavano

insieme tagliavano il filo.

Così sia tagliato il filo della vita

di questa creatura agonizzante


Dopo avere recitato la formula sottovoce, scandendo con lenta sicurezza ciascuna di quelle parole rimandate a memoria, protese la sua mano verso la bocca della vecchia, adagiandola su di essa con leggerezza, ma in maniera inesorabile, mentre indice e pollice artigliarono le narici di Maria, sottraendole in tal modo l’ultimo refolo di vita. Percepì un debole sussulto, un ultimo disperato tentativo di sottrarsi a quella pace eterna che tutto acquieta, ma subito dopo avvertì il corpo di Maria che si afflosciava, svuotato di ogni più piccola stilla di energia, e il battito d’ali di quell’anima che spiccava il volo. Recitò una preghiera frettolosa, poi fece ritorno alla porta, l’aprì, s’immise di nuovo nel corridoio e scomparve dentro di esso.

 

 

Categories: - Maggio 2015