Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

X-Men: Giorni di un futuro passato (B. Singer, Usa, 2014)

Posted by Ilaria Pasqua on June 24, 2014 at 4:05 AM


"Tante battaglie affrontate negli anni, eppure nessuna di esse è stata come questa. Siamo destinati a distruggerci l'un l'altro o possiamo cambiare ciò che siamo e unirci... il futuro è davvero già scritto."


                                            

                                

 

In un futuro prossimo le Sentinelle, robot progettati da uno scienziato negli anni ’70, stanno sterminando tutti i Mutanti. Non ne restano che una manciata, tra qui Magneto e il Professor X. Sono proprio loro a cercare insieme una soluzione e a capire che l’unico modo per salvare la loro specie è tornare nel passato e bloccare un evento che ha scatenato il peggiore degli scenari possibili. Così manderanno indietro la mente di Wolverine nel suo corpo degli anni ’70. Solo che convincere Magneto e Professor X di quella storia assurda sarà un'impresa, e unirli nella lotta sembrerà un tentativo ancora più disperato.


               


X-Men: Giorni di un futuro passato è stato un'ulteriore certezza sui film prodotti dalla Marvel. Non solo il cast è davvero eccezionale, da Michael Fassbender alla ormai onnipresente Jennifer Lawrence, qui super protagonista, ma regala sorprese e momenti assolutamente originali, la corsa di Pietro/Quicksilver (un simpaticissimo Evan Peters) nelle profondità del Pentagono si ricorderà a lungo, forse uno dei momenti più alti. Il film si poggia su una sceneggiatura frizzante che nonostante i salti temporali scivola con tranquillità, rendendo tutto molto semplice da seguire, anche a chi è a digiuno di supereroi.

Proprio come il primo film non ci sono cali. Il materiale è sfruttato al meglio possibile senza cadere in confusione nemmeno per un momento. I personaggi sono tanti, e nonostante siano altrettante le storie che si intrecciano e separano nei vari franchise, questi non perdono mai coscienza di sé e del loro ruolo. Grazie anche a una recitazione alta che dà ai personaggi lo spessore che si spera.


Davvero emozionante, inebriante, coinvolgente, merito della storia sicuramente, forse non del tutto solida ma estremamente coerente, e molto più del cast. In questo caso credo spicchi James McAvoy e la sua prova di forza contro se stesso, ma anche una magnifica new entry, il Tyrion di Game of Thrones, risoluto quasi quanto la protagonista Mistica, stretta tra due poli estremi: seguire la strada battagliera di Magneto o quella pacifica di X, amico di sempre. Ma anche tra due parti di se stessa.


                          


Bella l’ambientazione storica, ottimi i dialoghi infarciti di un umorismo che dona ai personaggi quel qualcosa in più, maestosa la colonna sonora, presente ma non pressante, e gli effetti speciali, incredibili (prendo ad esempio sempre la scena della fuga, ma anche le Sentinelle), che non sovrastano mai i personaggi.

Inutile dire poi che riunire passato e futuro è irresistibile, per gli appassionati e non. E le tematiche sociali sulla diversità e l’emarginazione, così importanti in questa serie, arrivano forti e chiare e danno forse quella spinta in più che contestualizza gli avvenimenti e ancora una volta dà spessore e motivazione ai suoi personaggi alla ricerca solo di un futuro in cui possano essere liberi.

Sicuramente uno dei migliori film della serie.



Trailer italiano:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 



Trailer originale:

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 

 


Categories: - Giugno 2014