Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Maleficent (R. Stromberg, Usa, 2014)

Posted by Ilaria Pasqua on June 3, 2014 at 2:15 AM


"La principessa, invero, crescerà in grazia e bellezza, tutti quelli che la conoscono la ameranno! Ma, prima che il sole tramonti sul suo sedicesimo compleanno, ella si pungerà il dito con il fuso di un arcolaio e cadrà in un sonno simile alla morte!"

                                        


La storia della bella addormentata, classico Disney fine anni '50, viene raccontata stavolta da un altro punto di vista, quello della crudele Malefica.

Malefica era una fata piena di amore per la vita che l'avidità dell'uomo ha distrutto, trasformandola in una regina oscura e imperscrutabile. Nel suo regno della brughiera sogna la sua vendetta e troverà la sua occasione con la nascita della piccola Aurora. Il giorno del suo battesimo infatti scaglierà il famoso maleficio, ma se ne pentirà amaramente quando seguirà la piccola crescere.

                  

Da questo film live-action della Disney non sapevo esattamente cosa aspettarmi. Sicuramente non avrei immaginato che mi sarebbe piaciuto così. 
Angelina Jolie nel ruolo di Malefica è strepitosa, e la sua presenza tiene in piedi un film che ha sicuramente dei difetti ma che intrattiene e soprattutto emoziona.
Non è che si potesse raggiungere chissà quale originalità ma Malefica è caratterizzata al meglio, la mossa vincente è farcela conoscere da bambina e lasciarci seguire tutto il suo mutamento.
All'altezza, anche se non emergono troppo, gli altri interpreti: Elle Fanning che interpreta Aurora, Sam Riley nel ruolo di Fosco, le tre fatine casiniste tra cui spiccano Imelda Staunton e Juno Temple, infine uno Sharlto Copley in vesti inedite, ma sembra che ormai ci prendano gusto ad affibbiargli il ruolo del pazzo.
A parte una carismatica Angelina Jolie, il film si poggia sugli effetti visivi; il mondo della brughiera pieno di colori, di vita e di esseri di tutti i tipi, si contrappone all'esterno, al castello sempre più cupo. Il mondo degli uomini sembra il posto peggiore in cui vivere.
Nonostante una seconda parte eccessivamente rapida, con un combattimento che avrebbe avuto forse bisogno di qualche minuto in più, e un lieto fine smielato ma necessario, il film merita una visione, con bambini o senza. La storia di Malefica emoziona, e oltre ad alcune scene davvero commoventi, il film conta anche di momenti di puro divertimento.

                 

In più alcune scelte registiche sono azzeccate. I profili di Malefica con le sue corna che si stagliano contro nubi verdognole ad esempio. I colori e la fotografia sono utilizzati al meglio possibile, il risultato è un'atmosfera suggestiva dalle molte facce.
E va bene, capisco chi dà contro al film perchè è una rilettura che va in parte contro ciò che è sempre stato il film d'animazione, qui rispettato fino a un certo punto. Ma se fosse semplicemente una libera interpretazione che problema ci sarebbe? Che la "riabilitazione dei cattivi" avviata dalla Disney possa essere vista come qualcosa di inutile, è chiaro. Ma alla fine tutto questo cosa importa se il risultato è un film che, nonostante i chiari difetti e una sceneggiatura di sicuro imperfetta, intrattiene ed emoziona? In sala non volava una mosca, mai sentito un silenzio del genere durante un film Disney, dove i bambini sono più degli adulti.
In conclusione, sì, lasciatevi alle spalle la favola, vedete questo film come prodotto a sè. E divertitevi. O perlomeno rilassatevi. Si esce dalla sala con un bel sorriso.




Trailer italiano:


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


Trailer originale:


You need Adobe Flash Player to view this content.

 




Categories: - Giugno 2014