Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Hunger Games (G. Ross, Usa, 2012)

Posted by Ilaria Pasqua on November 28, 2013 at 3:10 AM


   "Felici Hunger Games e possa la fortuna essere sempre a vostro favore!"

                                


"Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" è questa la frase che dà inizio all'incubo di Katniss Everdeen. Ogni anno a Panem vengono organizzati dei giochi, gli Hunger Games, un modo per punire la gente dei dodici distretti che molto tempo prima si è ribellata al dominio di Capitol City, un vero enorme reality show, con tanto di telecamere e schermi. Gli Hunger Games sono preceduti dalla mietitura: verranno scelti un ragazzo e una ragazza per ogni distretto che, dopo essere stati condotti al Distretto 1 per gli allenamenti e le interviste di rito, verranno rinchiusi in un'arena dove saranno costretti a combattersi e a uccidersi. Ci sarà un solo vincitore.
Quando Katniss ha sentito chiamare il nome di sua sorella Prim non ha potuto far altro che offrirsi. Il suo sarà un viaggio all'inferno che la cambierà profondamente. Ma non sarà sola, oltre al mentore Haymitch, ex vincitore ubriacone, e allo stilista Cinna, avrà l'accorato sostegno di Peeta, il ragazzo scelto con lei, e tutto il pubblico dalla sua parte. Tranne il Presidente Snow, il dittatore di questo mondo.
Senza volerlo, nel corso della competizione, Katniss si trasformerà nel simbolo della rivolta, una ghiandaia imitatrice, un simbolo ancora inconsapevole che avrà un'influenza incredibile, diventando la vera e propria fiaccola del malcontento. 



                        



Devo dire che il film è stato il primo reale adattamento fedele che mi sia capitato di vedere da molto tempo. È un lavoro riuscito, in primis per la scelta degli attori, Jennifer Lawrence è stata una scoperta, perfetta nei panni di Katniss, Liam Hemsworth, fratellino di Thor, è ciò che ci si aspettava da un Gale e Peeta, nel bene e nel male, è interpretato da un giovane attore, Josh Hutcherson, che sa dare le giuste sfumature, anche se ci si aspettava sin da subito qualcuno di diverso. Infine Haymitch, che non poteva non essere interpretato da un attore poliedrico come Woody Harrelson, che personalmente adoro.



                       



La storia procede al giusto ritmo, lasciando ampio spazio alla descrizione del Distretto 12, poi alla vacuità e all'assenza di valori della capitale e del "pubblico" di questi giochi, infine ai combattimenti in arena. Ciò che ci si aspettava funzionasse, ha funzionato. Tutte le scene migliori sono state tenute, e a distanza di un anno, dopo aver avuto la possibilità di rivederlo, ho trovato la scena della morte di Rue molto forte. Il saluto commovente. Ciò che proprio non mi va giù, e ho letto che è stata una critica diffusa, è lo stile del regista Gary Ross: molto videoclip, troppo movimentato con quella maledetta camera a mano. Il risultato è, in moltissime parti, un miscuglio incomprensibile, e capisco che infilarla nei combattimenti è utile per agirare il PG-13, però insomma... rivedendolo ho provato la solita irritazione.
Ma nel complesso un adattamento di tutto rispetto, che non sfigura nell'immancabile paragone con il libro.
Consigliato.


Presidente Snow: Seneca, perché abbiamo un vincitore?

Seneca Crane: Non capisco...

Presidente Snow: Sai dirmi perché abbiamo un vincitore? Se volessimo solo intimidire i Distretti perché non radunare 24 persone a caso e metterle a morte tutte insieme? Faremo molto prima ... Speranza.

Seneca Crane: Speranza?

Presidente Snow: Speranza. È quella l'unica cosa più forte della paura. Un po' di speranza è efficace, molta speranza è pericolosa: una scintilla va bene, purché sia contenuta ...

Seneca Crane: Quindi?

Presidente Snow: Quindi... vedi di contenerla...



Trailer italiano:



You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 




Trailer originale:

 

 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 

 

 




Categories: - Novembre 2013