"Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui la vita era più vita che di qua"

Italo Calvino

Ilaria Pasqua - Writer and more...

Click here to edit subtitle

Il mio Blog Post New Entry

Shadowhunters - Città di ossa (C. Clare, 2007)

Posted by info.ilariapasqua on August 31, 2013 at 4:35 AM

"Il bambino non pianse mai più e non dimenticò mai ciò che aveva imparato: che amare significava distruggere e essere amati significava essere distrutti."



           


Clarissa Fray, detta Clary, è una sedicenne che vive sola con sua madre Jocelyn a Brooklyn, e con Luke, amico di vecchia data di Jocelyn presente ogni giorno nelle loro vite come un angelo custode. Clary passa le giornate tranquillamente con Simon, suo amico da sempre.

Una sera i due amici entrano in un locale per divertirsi, ma Clary nota qualcosa di strano: c’è un ragazzo incappucciato che brandisce una spada, e nessuno riesce a vederlo oltre lei. Così si avvicina sempre più per cercare di svelare il mistero. E viene a conoscenza di una verità: che quei ragazzi sono degli shadowhunters, cacciatori di demoni, mezzi umani mezzi angeli, e che tutte le storie che ha sempre ascoltato su vampiri, demoni, angeli, fate, lupi mannari e via dicendo, sono vere.

Una notte però succede l’imprevisto, dopo una litigata con sua madre, e grazie alla sua incredibile capacità di non fare mai ciò che le viene detto, Clary esce e dopo poche ore sua madre scompare nel nulla. Il cacciatore che ha conosciuto nel locale, Jace, rimane coinvolto in questa ricerca, soprattutto perché  la scomparsa di Jocelyn si capirà essere strettamente legata a quel mondo di cui Clary non sa assolutamente nulla. Perciò inizierà una corsa per salvare sua madre, ma anche per recuperare i ricordi che sembra le siano stati cancellati per una ragione.


«Io sarò anche un assassino» disse Jace. «Ma so quello che sono. Tu puoi dire altrettanto?»


È con Jace, in particolare, a stringere un rapporto sempre più saldo, ma non è facile perché lui ha l’aspetto di un angelo, ma appena apre bocca…tutt'altro che un angelo. Jace finirà col diventare suo malgrado una sorta di guida verso questo nuovo mondo. Saranno anche i fratelli Lightwood, Isabelle e Alec, famiglia adottiva di Jace che vive in un Istituto nascosto agli occhi degli umani, ad aiutare in questa ricerca.

Ho trovato il libro molto piacevole, la scrittura è semplice e scorrevole, lo stile è asciutto, le descrizioni suggestive e penetranti ma ridotte all’osso, almeno in questo primo libro. La storia fluida e seguibile, anche se le spiegazioni sono davvero troppe e a tratti un po’ fastidiose. Fastidioso anche il fatto che un colpo di scena big era già comprendibile verso i primi capitoli, e un secondo super big già verso cento pagine prima della fine. Mi sono rifiutata fosse vero per tutto il tempo, e poi ci ho dovuto sbattere il muso contro con la forza.

Ho odiato alcune scelte di traduzione che mi hanno dato fastidio, come l’uso del gergo giovanile qua e là: sclerare? No… che fastidio, si poteva evitare, ci saremmo comunque sentiti coinvolti nella storia, almeno così è capitato a me. E altro problema, ma non dipende dalla scrittrice, è la gran quantità di errori grammaticali che non mi aspettavo (insomma i congiuntivi dai... ).

Sono rimasta affascinata dal mondo che ha creato la Clare, fra rune, stilo e città facili da immaginare e da attraversare con la mente, anche se non proprio originale all’ennesima potenza, ma durante la lettura non si sta troppo a pensare a ciò che ricorda, perciò non importa. Sono solo suggestioni dovute alla conoscenza che già si ha di alcune creature di questo mondo. L'ambientazione, andando avanti, acquista sempre più una sua forza e individualità, a partire dall'Istituto, dall'inquietante Città di ossa, e non solo, rendendo il tutto più credibile e appassionante. Poi non andrebbe dimenticato che non è un libro recentissimo, è del 2007, e ragionandoci su ci sono parecchi tratti originali che vanno attribuiti a questa serie piuttosto che a qualcun'altra più recente.

I personaggi sono ben caratterizzati, soprattutto Jace e Simon. Simon con quel suo senso dell’umorismo e Jace con quella vulnerabilità che ben cela dietro la lingua tagliente e l’indifferenza.


«Simon aveva l'aria del bravo ragazzo che ti viene a prendere a casa ed è educato coi tuoi genitori e fa le coccole al tuo cane. Jace, invece, sembrava il tipo di ragazzo che viene a casa tua e le dà fuoco.»


Paradossalmente la meno caratterizzata è Clary, ho trovato alcune reazioni agli avvenimenti un po’ flebili. Spero che nei successivi libri tutto vada in linea, vorrei anche più caratterizzazione per Isabelle e un po’ di spazio in più per Alec e i suoi sentimenti, e per Luke, chiaramente anche per Valentine, il super cattivo della serie, di cui non si è detto abbastanza. A volte ho trovato forzato il triangolo Clary-Jace-Simon, ma credo che nel secondo, che ho già iniziato a leggere, avrà molto più senso. Non mi è piaciuta moltissimo l’entrata in scena di Valentine, le aspettative erano alte, siamo stati un libro intero a temerlo, ma quando è comparso non mi ha fatto l’effetto sperato. Ha parlato, lanciato lì la bomba ed è scomparso, spero anche per lui scene migliori nei libri successivi. Sono presenti alcuni soliti cliché del genere, ma tutto è dettato anche dall’immaturità iniziale dei personaggi, che però man mano prendono coscienza dei loro sentimenti e del loro ruolo, crescendo insieme, cosa da non sottovalutare, molto spesso, infatti, i personaggi rimangono uguali a se stessi, mi è capitato in moltissimi libri, questo per fortuna non è il caso.

Ciò che ho davvero apprezzato sono il sarcasmo e l’ironia dei personaggi, battute fulminanti, risposte a tono.

Insomma, se devo ragionare a mente fredda dei difetti li trovo, però valga il fatto che me lo sono divorato e che abbia iniziato subito il secondo.

Già… entrati nel mondo di Shadowhunters non se ne esce facilmente, e meno male, ero alla ricerca di altre saghe che potessero coinvolgermi, amo perdermi in altri mondi. Speriamo solo che andando avanti non si trasformi in un’immensa delusione.

Ah, speriamo anche che il film sia decente… gli attori li ho trovati a dir poco perfetti! Voi?

Comunque staremo a vedere.




Incipit:

«Stai scherzando, vero?» disse il buttafuori incrociando le braccia davanti al petto massiccio. Guardò dall'alto in basso il ragazzo col giubbotto rosso e scosse la testa rasata. «Non puoi portare dentro quella roba.»

La cinquantina di ragazzi in coda fuori dal Pandemonium Club si sporsero in avanti per origliare. L'attesa per entrare in quel locale era lunga, soprattutto il sabato, e in coda non succedeva quasi mai niente di interessante. I buttafuori erano tosti e calavano subito in picchiata su chiunque aveva l'aria di voler fare casini. La quindicenne Clary Fray, in coda con Simon, il suo migliore amico, si chinò in avanti come tutti gli altri, sperando in una piccola distrazione.




Adattamenti cinematografici: sì



Trailer italiano:


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 


Trailer originale:


You need Adobe Flash Player to view this content.

 




Categories: - Agosto 2013

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments