Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

Il lato positivo - Silver Linings Playbook (D.O. Russell, Usa, 2012)

Posted by Ilaria Pasqua on June 19, 2013 at 3:25 AM


"Lo sai cosa farò? Prenderò tutta questa negatività e la userò come carburante per trovare il lato positivo! È questo che farò!

Non è una stronzata...Ci vuole impegno!"


                                       


Insieme a Noi siamo infinito, questo è il film che mi ha colpita di più tra quelle che possono essere definite: "dramedy". Belli, intensi, spontanei e pieni di significato. Entrambi con un punto in comune: la malattia.


Dopo un lungo periodo in un istituto per malattie mentali Pat, un ex insegnante, viene dimesso e torna a vivere con i suoi genitori, deciso a ogni costo a rimettere in piedi la sua vita e a riconquistare sua moglie. Ciò di cui non si vuole rendere conto è che di tempo ne è passato tanto, molto più di quanto Pat riesca ad ammettere, ma lui non vuole demordere. Sarà la sua vicina di casa Tiffany, problematica quanto lui, a distrarlo dai suoi intenti, complicandogli, e allo stesso tempo sborgliandogli, la vita.


"Magari non avrai sperimentato le merdate che ho fatto, ma godevi nel sentire parlare vero? Tu hai paura di essere vivo. Tu hai paura di vivere. Tu sei un ipocrita un conformista sei un bugiardo io mi sono aperta con te e tu mi hai giudicato sei un grande stronzo!"


Pat trascorre i giorni nell’attesa di questa riconciliazione impossibile, cercando di diventare l’uomo che la moglie ha sempre desiderato. Nelle sue lunghe mattinate di corsa (con l’inseparabile busta della mondezza addosso “per sudare”;) gli si affianca Tiffany, questa giovanissima vedova problematica e depressa che sfrutta il sesso occasionale per stare meglio, che cercherà di aiutarlo con sua moglie, ma in cambio Pat dovrà partecipare a una gara di ballo in coppia.

Così i due inizieranno ad allenarsi con sempre maggiore interesse. E per Pat questi allenamenti finiranno per diventare indispensabili, un modo per scaricare e controllare la sua rabbia, il suo disturbo. Sì, perché lui soffre del disturbo bipolare. Una malattia molto delicata e dagli scoppi improvvisi.

Pat e Tiffany entrano in sintonia sin da subito e, fra battibecchi e discussioni, cresceranno insieme, mettendo anima e corpo in quelle ore di danza, superando pian piano le difficoltà che li separano da se stessi e dagli altri. Alla ricerca del lato positivo in ogni momento della vita di tutti i giorni.


                                      


Lo sceneggiatore e regista è stato bravissimo a raccontare questa storia originale tratta dal romanzo L’orlo argenteo delle nuvole di Matthew Quick, senza appiattirla, senza renderla una banale commedia. Questo film è in perfetto equilibrio tra dramma e commedia, una missione che sembra impossibile, eppure lui ci è riuscito, non è mai troppo di una cosa, o troppo di un’altra.

E soprattutto è genuina, spontanea. È chiaro quanto a David O. Russell interessi parlare nella maniera più corretta di questo tipo di disturbo (suo figlio soffre della stessa malattia), e riesce a farlo con profondità, delicatezza e leggerezza insieme. Non risulta pesante, e anzi riesce a divertire senza mancare di rispetto o risultare ridicolo, eccessivo.


Tiffany e Pat sono ben delineati, e soprattutto ben interpretati. Me lo sarei aspettato da Jennifer Lawrence, ma non da Bradley Cooper, per cui nutrivo ancora qualche riserva, e invece… bravissimi entrambi, sono intensi e coinvolgenti come non li abbiamo mai visti. Anche i personaggi minori sono ben delineati, soprattutto grazie ai magnifici dialoghi, che rendono memorabili la maggior parte delle scene.

Da ricordare è lo scontro sul football tra il padre di Pat, scaramantico folle interpretato da Robert De Niro (finalmente tornato in carreggiata), convinto che Tiffany porti sfortuna, e Tiffany che invece riesce a dimostrargli il contrario citando un interminabile lista di risultati sportivi.

La gara di ballo è esilarante, ci sarà qualche inceppamento, ma il lieto fine è assicurato. Banale forse? Ma in questo film ci sta così bene che finisci con il non smettere più di sorridere.

Tutti noi, come Pat e Tiffany, dovremmo tentare di cogliere sempre il lato positivo. Perchè "se rimani positivo vedrai il sole spuntare tra le nuvole".




Trailer italiano:


 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 



Trailer originale:


 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 




Tantissimi i premi per Il lato positivo! Anche un oscar per la nostra grande Jennifer!


Premi:

Oscar 2013: migliore attrice protagonista a Jennifer Lawrence.

Golden Globes 2013: migliore attrice protagonista (commedia o musical) a Jennifer Lawrence.

BAFTA 2013: migliore sceneggiatura non originale a David O. Russell.

MTV Movie 2013: miglior interpretazione maschile a Bradley Cooper, miglior interpretazione femminile a Jennifer Lawrence, miglior bacio a Jennifer Lawrence e Bradley Cooper.

National Board of Review of Motion Pictures Awards 2012:  I film dell'anno, migliore attore a Bradley Cooper, migliore sceneggiatura non originale a David O. Russell.

Indipendent Spirit Awards 2012: miglior film a Bruce Cohen, Donna Gigliotti e Jonathan Gordon, miglior regista a David O. Russell, migliore sceneggiatura a David O. Russell.

SAG Awards 2013: miglior attrice protagonista a Jennifer Lawrence.

The Los Angeles Film Critics Association Awards 2012: miglior attrice protagonista a Jennifer Lawrence.

American Film Institute Awards 2012: I dieci film dell'anno.

Satellite Awards 2012: miglior film, miglior montaggio aJay Cassidy, migliore attrice protagonista a Jennifer Lawrence, migliore attore protagonista a Bradley Cooper, migliore regia a David O. Russell.

Critics' Choice 2013: migliore performance dell'intero cast, miglior commedia, miglior attrice di una commedia a Jennifer Lawrence.





Curiosità:


Il film è stato candidato a 8 premi Oscar, fra cui, situazione a dir poco rara, miglior attore protagonista e non protagonista, miglior attrice protagonista e non protagonista. Per Jennifer Lawrence è la seconda candidatura dopo Un gelido inverno (2010).



Negati per la danza

 

Bradley Cooper e Jennifer Lawrence hanno passato settimane a esercitarsi per le scene di danza di Il lato positivo - Silver Linings Playbook, insieme alla coreografa Mandy Moore. "Non c'è niente di improvvisato, assolutamente niente", ha affermato la Lawrence. "Io sono una ballerina terribile, perciò non sarei stata mai capace di fare nulla di ciò. Quando finalmente l'abbiamo messa insieme, quella scena è stata veramente divertente come appare".


 

Ruoli (per fortuna) mancati per Il lato positivo - Silver Linings Playbook

 

Tra le star considerate per ruoli differenti nel film Il lato positivo - Silver Linings Playbook, figurano Anne Hathaway che ha rinunciato a causa di impegni in conflitto, quindi Rachel McAdams, Olivia Wilde, Elizabeth Banks, Blake Lively, Rooney Mara, Kirsten Dunst e Andrea Riseborough, Angelina Jolie e Mark Wahlberg.


Io tra queste avrei visto bene forse Rachel McAdamas! Voi?





Se ti è piaciuto Il lato positivo - Silver Linings Playbook ti consiglio:


- Noi siamo infinito (S. Chbosky, Usa 2012)


 


Categories: - Giugno 2013

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

1 Comment

Reply Nallwaymn
8:50 PM on July 4, 2020 
Buy Doxycycline Forum https://cheapcialisll.com/ - Cialis Best Price For Cialis Tablets 5 Mg Cialis Levitra Da 5 Mg Prezzo