Ilaria Pasqua - Writer and more...

 "Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui 
  la vita era più vita che di qua" 
 Italo Calvino 

Il mio Blog Post New Entry

La ragazza di fuoco - Catching Fire (S. Collins, 2009)

Posted by Ilaria Pasqua on June 16, 2013 at 2:50 AM

 

"Katniss Everdeen, la ragazza di fuoco, ha acceso una scintilla che, se lasciata incustodita, può crescere e trasformarsi in un incendio che distruggerà Panem"


                                      


Hunger Games - La ragazza di fuoco, è il secondo volume della trilogia di Hunger games di Suzanne Collins.


La minaccia di suicidio inscenata da Katniss e Peeta li ha messi in salvo, ma non per sempre. L’affronto è troppo grande per il Presidente Snow: non solo Katniss ha messo in crisi l’autorità dei giochi, ma l’ha fatto davanti a tutta Panem. Katniss è diventata la scintilla che potrebbe far bruciare la ribellione in ogni distretto, perciò il Presidente Snow deve spegnerla, e per farlo, dopo un periodo solo apparentemente calmo, indice dei nuovi giochi, l’edizione della memoria. Katniss è così di nuovo catapultata insieme a Peeta nell’incubo.

Tornati al Distretto 12 Katniss e Peeta hanno ripreso, più o meno, le loro vecchie vive. Gale ha iniziato a lavorare nelle miniere di carbone, mentre Katniss e Peeta si sono straferiti nelle nuove case e vivono con le loro famiglie senza incontrarsi. Ma devono prepararsi, tra pochissimo inizierà il Tour della Vittoria che li vedrà di nuovo uniti agli occhi della nazione.

 

                                                          


Prima e durante il tour, Katniss e Peeta vengono costretti a continuare a recitare la parte dei fidanzati, ma sembra più un tentativo di distrazione del pubblico dal focolare della rivolta che una reale possibilità di convincere Panem. Katniss ce la mette tutta e affronta il tour della vittoria a testa alta, ma quando arriva al Distretto della piccola Rue nota qual è la reale situazione: non solo i familiari, ma tutti gli abitanti sono irrequieti. Sotto gli occhi di Katniss inizia la sommossa, e i cittadini del distretto verranno sterminati senza pietà.

Ciò che viene messa a tacere con tutte le maggiori energie, la rivolta, sta per straripare, e anzi è già iniziata in ogni distretto. L’edizione della memoria, che raccoglierà insieme 24 dei vincitori ancora in vita dei precedenti Hunger Games , sarà un tentativo del Presidente Snow di distogliere l’attenzione, di mostrare ancora una volta il potere delle autorità, del distretto uno, ed è anche una punizione, perché Katniss deve morire, è diventata un simbolo di speranza troppo pericoloso. E lei stessa sa bene che sarà scelta per i giochi, visto che è l’unica vincitrice femmina nel suo distretto.

 

Nei giorni di allenamento che precedono l’inizio vero e proprio dei giochi, Katniss farà la conoscenza di tutti gli altri vincitori, Finnick in primis, giovane all’apparenza frivolo ma dal passato tormentato, e nell’arena, completamente diversa dalla precedente, si formeranno delle alleanze che però saranno piene d’incertezze e si sfalderanno di continuo, ma l’obiettivo di questi giochi per la quasi totalità dei partecipanti è tutt’altro. La rivolta sta per iniziare, e avverrà nella maniera più rapida e imprevista.


"A un certo punto, devi smettere di correre, girarti e affrontare chi ti vuole morto. La cosa più difficile è trovare il coraggio per farlo".


Il libro può essere diviso in due parti: la prima, che termina alla fine del Tour della Vittoria, è più lenta e si sofferma sullo sviluppo emotivo dei personaggi, sul loro essere ormai "danneggiati", mentre la seconda ha inizio con i nuovi giochi, ed è un’improvvisa sferzata: tanta azione e situazioni impreviste.


 

Ho divorato questo libro e mi è piaciuto anche tanto, il primo sicuramente è mezzo gradino più su, ma questo forse è più sfaccettato, ho apprezzato le pagine in cui viene analizzato come i personaggi sono cambiati dal primo libro, la loro maturazione, in negativo e positivo. La Collins è stata bravissima, quella parte è estremamente realistica. La seconda parte ha un ritmo serrato, avvincente, e lascia col fiato sospeso. I nuovi personaggi, soprattutto Finnick, sono ben caratterizzati, le relazioni portate avanti e sviluppate con maggiore profondità, e poi abbiamo l’improvviso rovesciamento… succede di tutto, non ci si aspetta che le cose finiscano per andare così! O almeno non in questo modo. E inizia un altro capitolo completamente differente.

Insomma, si approfondisce e allo stesso tempo si rinnova, soprattutto a partire dalla seconda parte, non risultando mai noioso.

Da leggere, chiaramente!

Prestissimo la recensione del terzo, già bello che letto :P



"Quando sento le urla del pubblico, penso siano perché quel vestito mi sta magnificamente. Poi mi accorgo che c'è qualcosa che si sta alzando attorno a me. Fumo. È fuoco. Non le fiamme tremolanti che ho indossato l'anno scorso sul carro, ma qualcosa di più reale che sta divorando il mio vestito. Inizio a farmi prendere dal panico via via che il fumo si fa più denso. Pezzi carbonizzati di seta nera turbinano sul palco. Ho paura di fermarmi perché non mi sento bruciare la pelle e so che dietro tutto questo ci deve essere Cinna. Così continuo a girare e girare. Per una frazione di secondo non riesco a respirare, completamente avvolta da quelle strane fiamme. Poi, all'improvviso, il fuoco si spegne. Mi fermo lentamente, chiedendomi se sono nuda e perché Cinna ha fatto in modo che il mio vestito da sposa venisse consumato dal fuoco. Ma non sono nuda. Ho addosso un abito identico a quello da sposa, solo che ha il colore del carbone ed è fatto di minuscole penne d'uccello. Sollevo sbalordita a mezz'aria le lunghe maniche fluenti ed è in quel momento che mi vedo sugli schermi. Vestita tutta di nero, a parte le chiazze bianche sulle maniche. O dovrei chiamarle ali. Perché Cinna mi ha trasformato in una ghiandaia imitatrice".




L'incipit:

Stringo il thermos tra le mani, anche se il calore del tè si è ormai dissolto nell'aria gelida. I miei muscoli sono contratti per combattere il freddo. Se in questo momento comparisse una muta di cani selvatici, le probabilità di riuscire ad arrampicarmi su un albero non sarebbero a mio favore. Dovrei alzarmi, muovermi, massaggiarmi le membra irrigidite. E invece rimango seduta, immobile come il masso che sta sotto di me, mentre l'alba comincia a rischiarare i boschi. Non posso lottare contro il sole. Posso solo osservarlo con un senso di impotenza mentre mi trascina in una giornata che temevo da mesi.




Adattamento cinematografico:





Trailer italiano:


 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 

 



Trailer originale:


 


You need Adobe Flash Player to view this content.

 


 



Se ti è piaciuto La ragazza di fuoco ti consiglio:


- Il canto della rivolta - Mockingjay (S. Collins, 2010; Mondadori, 2012)





 

Categories: - Giugno 2013

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments