"Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui la vita era pił vita che di qua"

Italo Calvino

Ilaria Pasqua - Writer and more...

Click here to edit subtitle

Il mio Blog Post New Entry

Le Iene (Q. Tarantino, Usa, 1992)

Posted by info.ilariapasqua on May 29, 2013 at 3:30 PM


Perché io sarei Mr. Pink?


In italiano:


                                                          

You need Adobe Flash Player to view this content.

 


                                                                                                         In originale:


                                                         

You need Adobe Flash Player to view this content.

 



Joe: Ah vi divertite a raccontare barzellette, a ridere e scherzare, eh? A stronzeggiare come un branco di scolarette alla ricreazione. Vi dico io una barzelletta: ci sono sei ragazzi chiusi al fresco, a San Quintino, che si chiedono come cazzo ci sono finiti. "Dove abbiamo sbagliato?","Cosa avremmo dovuto fare?", "Cosa non abbiamo fatto?", "Colpa tua!", "Colpa sua!"... stronzate del genere. Finchè a qualcuno viene un sospetto: "Ehi, un momento! Mentre si preparava il colpo non facevamo altro che ridere e scherzare.". È arrivato il messaggio? Non mi va di rimproverarvi. Con l'eccezione di Eddie e del sottoscritto, che voi già conoscete, useremo nomi fittizi per questo lavoro. In nessuna circostanza ammetterò che chiunque di voi si riferisca ad un altro chiamandolo per nome e non voglio nemmeno che parliate di questioni personali, compreso: da dove venite, come si chiama vostra moglie dove siete stati dentro, o anche, per esempio, quale banca avete rapinato chissà dove. Voglio che parliate solo, se è proprio necessario, di quello che dovrete fare e basta. Ecco i vostri nomi: Mr. Brown, Mr. White, Mr. Blonde, Mr. Blue, Mr. Orange e Mr. Pink.

Mr. Pink: Perché io sarei Mister Pink?

Joe: Perché tu sei un frocio, va bene?

Mr. Pink: Perché non ci scegliamo noi il colore?

Joe: Non se ne parla neanche! Ci ho provato una volta, non funziona. Quattro ragazzi, tutti a litigare per chi si doveva chiamare Mr. Black! Tutti volevano averla vinta e nessuno che si tirava indietro. Niente, io decido! Tu sei Mr Pink! E non se ne parli più.

Mr Brown: Già, ma, anche Mr Brown ricorda un po' il colore della merda.

Mr Pink: E Mr Pink sembra un nome da fighetta. Che ne diresti di Mr Purple? Mi sembra che va bene, sì, sarò Mr Purple.

Joe: Tu non sei Mr Purple. Qualcun altro su un altro lavoro è Mr Purple. Tu sei Mr Pink!

Mr White: Che ce ne frega del nome?

Mr Pink: Già, per te è facile, tu sei Mr White, hai un nome da tipo forte. Se per te è uguale chiamarsi Mr Pink, facciamo cambio.

Joe: Ehi, qui nessuno cambia niente con nessun altro. Questo non è un qualsiasi consiglio comunale del cazzo! Sta' a sentire, Mr Pink; tu puoi scegliere, hai due possibilità: o fai quello che dico io, o alzi i tacchi! Allora, cosa scegli, Mr Pink?

Mr Pink: Joe, Cristo di un Dio, lasciamo perdere, cazzo. Va benissimo, sarò Mr Pink, andiamo avanti.

Joe: "Andiamo avanti" lo dico io. Allora, avete capito tutti quello che vi ho detto? Mi fate così incazzare che non riesco più a parlare. Mettiamoci a lavoro.



Categories: - Maggio 2013

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments