"Oltre la superficie della pagina s'entrava in un mondo in cui la vita era pił vita che di qua"

Italo Calvino

Ilaria Pasqua - Writer and more...

Click here to edit subtitle

Il mio Blog Post New Entry

Murder, She Baked (D. Tonini,2015)

Posted by info.ilariapasqua on October 30, 2015 at 5:25 AM
           "Se non si muovesse, la si potrebbe scambiare per un enorme dolcetto"

                                         

Lisa è appena arrivata in città ma non conosce nessuno, così la sua coinquilina e amica Rita le suggerisce di iscriversi a un corso di cake design, giusto per riprendere a uscire di casa e fare qualche nuova amicizia. Lisa è titubante ma si lascia convincere e prova ad andare alla prima lezione, ed è qui che iniziano i guai. L'incontro con l'insegnante del corso, Barbie, una donna accattivante e magnetica, cambierà del tutto la sua vita. La provetta pasticcera infatti nasconde un macabro segreto.

Murder, She Baked è un racconto davvero piacevole da leggere, che riesce a catturare sin dalle prime pagine grazie a una scrittura scorrevole, leggera e mai banale.
In poche pagine emerge il mondo di Lisa, donna che ha un po' perso di vista la sua vita, cadendo in uno stato di pigrizia paralizzante, e di Barbie, una che invece sa bene cosa fa. Lisa ne rimarrà attratta a tal punto da desiderare di essere come lei, o almeno di essere apprezzata da quell'enigma tutto rosa e zucchero. Fra le due comunque spicca decisamente Barbie che tra le pagine prende subito, oltre che il controllo, vita propria, svelando e non svelando la sua natura. Il personaggio è così riuscito perché vive di contrasti che si accentuano sempre più, stordendo e incuriosendo il lettore.
La suspense, il ritmo, quella spruzzata di ironia qua e là e l'atmosfera che man mano si fa più misteriosa e conturbante, rendono la lettura ancora più gradevole. Vi ritroverete a divorarlo in un boccone, magari sulla metro o in un viaggio in treno.
Consigliato!




Incipit:

Volantino

«Perché non ti iscrivi? Potrebbe essere una buona occasione per uscire dal gucio, per farti qualche nuova amica» le sventolò il volantino sotto il naso, facendo quel sorriso da ragazzina maliziosa che si portava dietro dai tempi della scuola.
«Mi basti tu come amica» rispose, sorridendo a sua volta, «e comunque non so cucinare».
«Per questo devi fare il corso, se fossi una provetta pasticcera a cosa ti servirebbe?»
dovette arrendersi a quella logica inattaccabile.
«Fa' vedere qua sta roba» le strappò di mano il volantino, un tripudio di colori pastello da ci ammiccavano forme vaporose di torte, patinate come modelli di biancheria intima.

Categories: - Ottobre 2015

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments